5
Shares
  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Gmail
  • LinkedIn
    Un viaggio nella nostra biologia per riconoscere gli straordinari strumenti che migliaia di anni di evoluzione ci hanno regalato e che ci mettono in relazione con il mondo e con gli altri. Ma siccome la consapevolezza non basta, perché il cambiamento è figlio dell’azione, alla fase teorica sarà affiancata una serie di esercizi per portare nella vita reale i cambiamenti desiderati.

Lo schema degli incontri distanziati tra loro di una settimana, è stato infatti scelto per consentire la sedimentazione dei concetti e la loro messa in pratica e sperimentazione prima di passare alla fase successiva.

 

  “Noi stessi”
Noi stessi
Shares
  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Gmail
  • LinkedIn

Una parte importante è dedicata alla conoscenza di “come funziona la nostra mente”. Come vengono filtrate ed immagazzinate esperienze ed informazioni che riceviamo, dando luogo a modelli, concrete tracce neuronali che insieme alla chimica delle nostre emozioni condizionano la nostra interpretazione della realtà e guidano i nostri comportamenti. impareremo ad vederli in azione e riconoscerli, scoprendo che così come si sono creati possono da noi essere modificati. Acquisiremo quindi un punto di vista da “osservatore” che ci consentirà di vedere in azione il meccanismo automatico di stimolo-risposta che influenza e comanda le nostre azioni e reazioni, ed impareremo a gestirlo.

Esercizi: Osservazione dei propri meccanismi e creazione di nuovi percorsi.

 “Gli Strumenti”
Osservazione
Shares
  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Gmail
  • LinkedIn

Il cambiamento è figlio della azione e quindi con esercizi in aula e nella vita quotidiana impareremo ad usare “l’attenzione”, la capacità di osservare e di ascoltare. Per entrare in relazione vera ed utile con gli altri e per meglio comprendere il loro punto di vista è necessario essere coscienti che i meccanismi che guidano i comportamenti sono gli stessi. La comunicazione, tra due diverse rappresentazioni della realtà, richiede la capacità di raccogliere la maggior quantità possibile di informazioni per migliorare la comprensione dell’altro e la precisione della nostra risposta.

Esercizi per migliorare capacità di osservazione e ascolto

I conflitti
Shares
  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Gmail
  • LinkedIn
 “I conflitti”

Impareremo come prenderci cura di quelle relazioni che sono importanti per noi e da cui vorremmo qualcosa di più così come di quelle difficili, spesso ostili e conflittuali, che non solo ci trasmettono negatività che influisce sul nostro benessere ma ci precludono delle opportunità. Se vissute come conflittuali infatti ci dimostrano che sono per noi importanti e vanno quindi gestite con cura. Nodi, grovigli di incomprensioni da sciogliere per migliorare la qualità delle nostra vita. Come affrontarle, rompere il circolo vizioso stimolo-risposta e scegliere le migliori strategie per migliorarle.

Esercizi : Analisi di casi specifici e strategie di miglioramento.

Shares
Share This