Laboratorio delle relazioni

Un percorso dinamico che permetterà di ottenere stabili miglioramenti nei rapporti interpersonali e nella gestione e soluzione dei conflitti

Il laboratorio

Il nostro benessere ed il raggiungimento dei nostri obbiettivi sono strettamente legati alla qualità delle nostre relazionied alla nostra capacità di renderle positive ed utili.

Obiettivi

Prendere coscienza dei nostri meccanismi per uscire dal circolo vizioso di stimolo-risposta ed imparare a guidare noi ed in modo consapevole il processo che ci porta in relazione con gli altri.

Programma

Lo schema degli incontri brevi e distanziati tra loro, è stato scelto per consentire la sedimentazione dei concetti e la loro messa in pratica e sperimentazione prima di passare alla fase successiva.

Il Laboratorio

dscf3437Il Laboratorio è un percorso pratico e concreto dove, attraverso una parte teorica ed una fase esperenziale, otterremo strumenti utili a migliorare le nostre relazioni. Lavoreremo su noi stessi per vedere come funziona la nostra mente ed i suoi meccanismi. Faremo esercizi per migliorare la nostra capacità di ascoltare e di osservare gli altri per meglio comprenderli, ed impareremo a gestire in modo coerente il nostro modo di comunicare. Impareremo inoltre a vedere e gestire le nostre emozioni, veri puntatori di attenzione, con il loro carico di chimica che ci pervade e ci influenza.

 

4Alla luce delle più recenti scoperte delle neuroscienze vedremo in particolare come si formano e si sono strutturati i modelli attraverso i quali interpretiamo la realtà, per prendere coscienza che questi non sono cosa astratta, intangibile e quindi sfuggente. Questi modelli sono anche concretissime tracce neuronali che si sono organizzate come fossero software con tanto di procedure operative. Automatismi che sono talmente veloci da non consentirci sovente di creare uno spazio tra lo stimolo e la risposta. Il nostro principale obiettivo è riconquistare quello spazio per guidare e scegliere noi ed in modo consapevole il percorso che ci mette in relazione con gli altri.

Il Filosofo

Gianfranco Damico

immagine1
Gianfranco Damico, 49 anni, una famiglia con un bellissimo ristorante nella sua Sicilia.
Quando non serve con soddisfazione ai tavoli, spicca volentieri il volo nei suoi frequenti viaggi di lavoro e di scoperta in giro per il mondo. Da 23 anni lavora con le persone e le organizzazioni -attraverso il coaching, la formazione, la consulenza- a due dimensioni cruciali: l’eccellenza in tutte le sue forme e il benessere umano.
Ha pubblicato i libri di successo “Piantala di essere te stesso!” (2011) e “Il codice segreto delle relazioni” (2013),ed ultimo appena pubblicato “Le emozioni sono intelligenti”. Edizioni Feltrinelli.
E’ dai sui scritti che prende base teorica il Laboratorio.

L’Artigiano

Cosimo D’Alessandro

14650514_10207326313862489_6258928422957059893_n

Cosimo D’Alessandro , 66 anni e risiede a Torino. Una laurea in Scienze politiche e quasi quarant’anni dedicati alla vendita ed alla formazione di venditori. Consulente di numerose aziende per il marketing, la selezione del personale e per la creazione e la formazione di strutture di vendita. La lunga esperienza maturata sul campo con compiti prevalentemente operativi si unisce alla conoscenza delle più recenti scoperte delle neuroscienze nel suo ruolo di conduttore del Laboratorio con atteggiamento molto pratico al fine di portare reali cambiamenti nella vita quotidiana.

 

Programma del laboratorio

5    Un viaggio nella nostra biologia per riconoscere gli straordinari strumenti che migliaia di anni di evoluzione ci hanno regalato e che ci mettono in relazione con il mondo e con gli altri. Ma siccome la consapevolezza non basta, perché il cambiamento è figlio dell’azione, alla fase teorica sarà affiancata una serie di esercizi per portare nella vita reale i cambiamenti desiderati.

Lo schema degli incontri distanziati tra loro di una settimana, è stato infatti scelto per consentire la sedimentazione dei concetti e la loro messa in pratica e sperimentazione prima di passare alla fase successiva.

 

  “Noi stessi”Noi stessi

Una parte importante è dedicata alla conoscenza di “come funziona la nostra mente”. Come vengono filtrate ed immagazzinate esperienze ed informazioni che riceviamo, dando luogo a modelli, concrete tracce neuronali che insieme alla chimica delle nostre emozioni condizionano la nostra interpretazione della realtà e guidano i nostri comportamenti. impareremo ad vederli in azione e riconoscerli, scoprendo che così come si sono creati possono da noi essere modificati. Acquisiremo quindi un punto di vista da “osservatore” che ci consentirà di vedere in azione il meccanismo automatico di stimolo-risposta che influenza e comanda le nostre azioni e reazioni, ed impareremo a gestirlo.

Esercizi: Osservazione dei propri meccanismi e creazione di nuovi percorsi.

 “Gli Strumenti”Osservazione

Il cambiamento è figlio della azione e quindi con esercizi in aula e nella vita quotidiana impareremo ad usare “l’attenzione”, la capacità di osservare e di ascoltare. Per entrare in relazione vera ed utile con gli altri e per meglio comprendere il loro punto di vista è necessario essere coscienti che i meccanismi che guidano i comportamenti sono gli stessi. La comunicazione, tra due diverse rappresentazioni della realtà, richiede la capacità di raccogliere la maggior quantità possibile di informazioni per migliorare la comprensione dell’altro e la precisione della nostra risposta.

Esercizi per migliorare capacità di osservazione e ascolto

I conflitti “I conflitti”

Impareremo come prenderci cura di quelle relazioni che sono importanti per noi e da cui vorremmo qualcosa di più così come di quelle difficili, spesso ostili e conflittuali, che non solo ci trasmettono negatività che influisce sul nostro benessere ma ci precludono delle opportunità. Se vissute come conflittuali infatti ci dimostrano che sono per noi importanti e vanno quindi gestite con cura. Nodi, grovigli di incomprensioni da sciogliere per migliorare la qualità delle nostra vita. Come affrontarle, rompere il circolo vizioso stimolo-risposta e scegliere le migliori strategie per migliorarle.

Esercizi : Analisi di casi specifici e strategie di miglioramento.

1

Il Laboratorio si sviluppa in due giornate distanziate di una settimana.

 

Per informazioni e costi compilare il form di seguito.

contatti

12 + 4 =